Spaghetti Aglio, Olio, Peperoncino e Timo

Ingredienti e preparazione degli Spaghetti Aglio, Olio, Peperoncino e Timo

 

Ingredienti

Dosi per 1 persona: 

  • 70 g spaghetti, 
  • ½ spicchio aglio, 
  • Qualche foglia fresca timo, 
  • 1 ombra peperoncino, 
  • Olio Extra Vergine di Oliva q.b, 
  • Sale q.b.

 

Preparazione

Scaldare in un pentolino l’olio extra vergine di oliva con l’aglio tritato, alla fine aggiustare di sale e aggiungere il timo e il peperoncino freschi. Lessare gli spaghetti e condirli con la salsa preparata.

L’aglio è un antibiotico naturale, fluidificante, ottimo per prevenire le sindromi influenzali. Curativo nella bronchite e nelle malattie polmonari, è regolatore della flora batterica intestinale e ha potere cardiocinetico. Inoltre regolarizza la pressione sanguigna, rilassa il sistema nervoso e aumenta la produzione di serotonina. La serotonina è una neurotrasmettitore che elimina la paura, l’insicurezza, la depressione e diminuisce l’insonnia. Una controindicazione importante è per chi soffre di gastrite ipersecretiva.

Gli spaghetti sono un’ottima fonte di carboidrati, come tutta la pasta impegnano meno l’epatocita nella digestione rispetto ad un pasto proteico e contengono triptofano che il precursore della serotonina; quindi sono ottimi in un pasto serale. Essendo inoltre una pasta lunga hanno un tempo di rilascio degli zuccheri più lento rispetto alla pasta corta.

L’Olio Extra Vergine di Oliva è ricco di clorofilla, di carotene, di lecitina, di polifenoli, di acido linoleico e di vitamine A, D e E. E’ molto facile da digerire, aiuta a contrastare il colesterolo, è molto ricco di acidi grassi monoinsaturi.

Il peperoncino agisce come disinfettante, cicatrizzante, antiemorragico, antivirale, antinfiammatorio, così come un velocizzante in quanto stimola l’apertura dei canali del calcio nelle membrane cellulari aumentando gli scambi tra l’interno e l’esterno delle cellule ed in grado di accelerare il transito intestinale. È bene consumarlo crudo per non perdere i componenti termolabili, come la gran quantità di vitamina C. Un’alimentazione ricca di peperoncino contribuisce a sostenere il tono generale dell’organismo e a conferire maggiore resistenza allo stress e alla fatica, ma lo rende controindicato e dannoso in persone ipertese con elevato tono surrenalico e persone con problemi renali per l’elevata concentrazione di zolfo.

Nelle forme febbrili da infezione delle vie respiratorie è possibile aggiungere alle pietanze delle foglie di timo fresco, ad esempio a dei semplici spaghetti aglio, olio, peperoncino e timo. In questo caso la forte azione del timo si aggiunge a quella dell’aglio e del peperoncino.

 

ACQUISTA LA PIANTA DI TIMO

Visite:(221)